Il periodo natalizio è un momento di festa atteso da grandi e piccini e, sebbene ogni famiglia abbia le sue tradizioni, ci sono consuetudini a cui tutti – più o meno – di anno in anno ci atteniamo.

Il Natale: momento di tradizioni.

Ogni Paese ha le proprie usanze, ma se c’è qualcosa che lega un po’ tutti quanti è la cena o il pranzo di Natale da svolgere tradizionalmente insieme alle persone che ci sono più care e con le quali condividiamo maggiormente sentimenti di affetto.

Che si abbia l’abitudine di vedersi durante la sera della vigilia, prima o dopo avere scartato i regali lasciati sotto l’albero oppure al momento del pranzo del giorno di Natale, ci si siede a tavola tutti insieme per condividere piatti preparati appositamente per l’occasione e che sovente rispecchiano le tradizioni culinarie del luogo.

Apparecchiare e addobbare la tavola per il pranzo di Natale per rendere ancora più speciale questo momento è una consuetudine in moltissime famiglie: dedicandosi alla realizzazione di nuovi addobbi si cerca di allietare ancora di più questo momento conviviale.

E così decorazioni natalizie, centrotavola, segnaposto, portatovaglioli… tutto viene utilizzato per rendere ancora più magica l’atmosfera festosa già resa speciale dai tradizionali alberi di Natale e da presepi, ghirlande, addobbi alle pareti e alle finestre.
Quella della tavola di Natale è una preparazione che può coinvolgere anche i più piccoli della famiglia in modo da realizzare – divertendosi – decorazioni speciali insieme a genitori, nonni e altri familiari.

Addobbare la tavola insieme ai bambini.

Se vogliamo condividere questo momento festoso con i bambini in una maniera ancora più speciale, possiamo preparare insieme a loro piccole decorazioni per la tavola: sarà una attività divertente che renderà ancora più significativa questa festività.
Basteranno un po’ di creatività e i materiali giusti per potere realizzare originali segnaposto e altre decorazioni natalizie.
Per rendere più calda e magica l’atmosfera, il colore rosso è quasi d’obbligo, ma anche il verde (il colore degli abeti) e il bianco (il colore della neve) rappresentano bene il periodo invernale e natalizio, mentre l’oro e l’argento possono impreziosire ogni decorazione.
In ogni caso, alla creatività – soprattutto dei bambini – è sempre bene non dare un limite e così ben vengano tutti i colori che i nostri piccoli vorranno utilizzare per rappresentare felicità e gioia!

Il nostro consiglio è di coinvolgere per tempo i più piccoli della famiglia alla preparazione della tavola di Natale andando a raccogliere insieme a loro nel periodo precedente il Natale rametti di sempreverde, pigne, bacche (di grande effetto, per esempio, le bacche della rosa canina, quelle di agrifoglio, di pungitopo, di vischio e di biancospino), foglie secche e altro materiale naturale, così da rendere ancora più emozionante l’attesa del periodo festivo.

Preparare segnaposto personalizzati per ogni commensale potrebbe essere un’idea carina: si potranno usare per esempio pigne secche come base, decorate con fiocchi e neve spray o brillantini dorati o argentati, a cui si potrà aggiungere un cartoncino (magari sagomato a forma di stella o di calza della Befana e colorato dai bambini) su cui scrivere il nome di ogni commensale che parteciperà al pranzo o alla cena di Natale.
Altri materiali che danno certamente un tocco festoso alla tavola di Natale sono le bucce di arancia e di mandarino lasciate seccare, facili da sagomare, come anche rosse melagrane e alcune spezie profumate come per esempio la cannella.

 

 

Anche realizzare un bel centrotavola potrebbe divertire tutti i componenti della famiglia.
Si potrà usare come base un piatto da portata oppure un disco di legno per decorazioni (acquistabile presso i negozi di fai-da-te): a questa si aggiungerà a propria fantasia una ghirlanda di foglie, rametti intrecciati e decorazioni varie, lasciando al centro il posto per un ciotola nella quale si sistemerà una bella candela (magari rossa) da accendere quando ci si siederà tutti a tavola.

Allo stesso modo, potremmo dedicarci alla realizzazione di portatovaglioli “speciali” riciclando materiali disponibili a casa quali nastri colorati, cartone, stoffe, feltro, rafia, spago e altre fibre naturali. Sempre comunque dando un tocco natalizio alla nostra creazione, per esempio usando colori nei toni del rosso, del bianco, dell’oro o dell’argento.
E’ anche possibile insegnare ai bambini i metodi per creare simpatiche e facili decorazioni manuali, come per esempio i pon-pon fatti di lana che, se riprendono i colori tipici della festa, possono senz’altro essere utilizzati come morbide palline di Natale nella realizzazione di diversi addobbi.

E se volessimo rendere ancora più belle le decorazioni natalizie utilizzando un po’ di neve finta?
Ecco un breve video che ci spiega come fare.

In realtà, non ci vuole molto per rendere ancora più bella la tavola del pranzo di Natale: basta un po’ di fantasia, voglia di stare insieme e molta disponibilità.
A quel punto le idee non mancheranno!